La casa del futuro

ANDREA SCHIAVINA - Stylology.it

La sfida del futuro è racchiusa nella sostenibilità ambientale e nelle soluzioni concrete che l'essere umano sarà in grado di adottare per preservare la salute del pianeta e di tutti i suoi abitanti. Si tratta di una sfida che investe ogni campo della vita quotidiana: dall'alimentazione ai trasporti, dal riciclo dei rifiuti alle fabbriche che producono ogni genere di prodotto fino ad arrivare alle abitazioni in cui si vive. E in mezzo a tutto questo vi sono metodi per sfruttare al meglio risorse esauribili (come petrolio, energia elettrica...) o potenzialmente in pericolo a causa dell'inquinamento (come l'acqua o l'aria).

Nell'ottica di ottimizzare la sostenibilità, si inserisce anche il progetto di Casa SN. Di cosa si tratta? Casa SN sarà la prima abitazione italiana super-sostenibile certificata Living Building Challenge. Sarà costruita ad Arco, in provincia di Trento, e sarà talmente evoluta dal punto di vista dell'eco-sostenibilità che non contribuirà soltanto a rispettare l'ambiente circostante, evitando emissioni inquinanti e con un impatto ambientale positivo.

Proprio per quest'ultima ragione, Casa SN può definirsi un gradino più in alto rispetto agli standard attuali: il suo impatto sarà nullo, sarà una casa completamente autonoma e tutto quanto verrà consumato all'interno dell'abitazione sarà prodotto, trattato e quindi gestito sul posto. Il residuo accumulato, davvero minimo, verrà infine abbattuto secondo sistemi di compensazione.

La sua innovazione risiede già alla base della progettazione. Nella fase della sua stessa costruzione (che dovrebbe terminare nel corso del 2017) l'anidride carbonica che viene emessa durante i lavori, infatti, viene compensata attraverso un fondo che si occupa della promozione di energie rinnovabili e che sostiene organizzazioni sociali ritenute meritevoli.

Sul progetto vi è poi l'approvazione di Living Building Challenge (Lbc), la certificazione per la sostenibilità in campo edilizio che attesta l’elevato standard di sostenibilità raggiunto, sia che si tratti di infrastrutture, di edifici ma anche comunità e agglomerati residenziali. Sono proprio questi i principi che Nicola e Sara Berlanda, la coppia di Arco, ha deciso di sposare nella realizzazione della casa per la propria famiglia.

Un'abitazione che racchiude in sé le basi dell'architettura cosiddetta rigenerativa e che loro, da pionieri, stanno costruendo per la propria famiglia e per contribuire a rispettare l'ambiente che li circonda. Una sfida non facile, che in Italia deve scontrarsi anche con le difficoltà tecniche che il Paese può presentare ma che la coppia si è detta assolutamente pronta a combattere, come dichiarano loro stessi: "Il rispetto dell'ambiente è un argomento che ci è sempre stato a cuore - raccontano - È stato quindi naturale trovarsi in sintonia con il protocollo Lbc sin dal primo momento, pur coscienti che avremmo dovuto superare qualche difficoltà tecnica in un paese ancora complessivamente indietro come il nostro, su tale materia".

Realizzare un edificio basandosi sui principi della Living Building Challenge è possibile: basta attenersi ai criteri prima enunciati per rispettare la salute dell'individuo e dell'ambiente, il che significa anche, ad esempio, affidarsi a materiali che non siano dannosi. La costruzione deve poi essere progettata e realizzata con criteri di biofilia (tendenza innata a concentrare il proprio interesse sulla vita e sui processi vitali), sull'equità e sulla trasparenza.

Casa SN inizierà a vedere la luce nel corso di questa estate e potrebbe giungere a completamento entro il 2017. La certificazione definitiva le sarà però concessa soltanto dopo dodici mesi dalla sua nascita. Questo perché è prevista la costante misurazione dei consumi nel corso del primo anno: al termine del periodo di test, se l'edificio rispetta i parametri l’ente certificatore emetterà la certificazione definitiva LBC.

In questo senso Living Building Challenge anticipa di molto i termini iniziali fissati dall'Unione Europea, che impone il 2020 come anno in cui gli edifici dovranno iniziare ad essere autosufficienti sotto il profilo energetico, facendo uso di fonti rinnovabili.

« Torna indietro

Sali a bordo di IONIQ!

La redazione
IONIQ ATTITUDE - STYLE

Archivio