Hyundai - Hyundai IONIQ rompe gli stereotipi e sfida i falsi miti

Hyundai IONIQ rompe gli stereotipi e sfida i falsi miti

Il mondo delle automobili sta cambiando… molto rapidamente! Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una crescita esponenziale delle motorizzazioni alternative e con esse al moltiplicarsi delle aspettative e degli scetticismi.

Le informazioni sono molteplici ed il mercato effettivamente mette a disposizione diverse possibilità, cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza raccontando IONIQ e sfatando i “falsi miti” legati alle vetture ibride ed elettriche.

Mito #1: Le auto elettriche e ibride dispongono di batterie inaffidabili e pericolose.

Sono molti gli automobilisti che hanno espresso dubbi riguardo all'affidabilità delle batterie utilizzate per la trazione elettrica delle automobili, alla loro resistenza ai ripetuti cicli di carica-scarica, alla sensibilità alle temperature e alle caratteristiche di sicurezza che offrono in caso d'incidente stradale. Per quanto riguarda i primi due aspetti, le batterie di oggi sono già sufficientemente affidabili e sopportano cicli di carica-scarica che bastano a coprire tutta la vita utile dell'auto stessa: basti pensare che oltre ai 5 anni di garanzia offerti su tutti i modelli della casa coreana, Hyundai offre una garanzia di 8 anni o 200.000 km sulle batterie equipaggiate sulle loro vetture (un primato e un’esclusiva Hyundai). Anche lo scetticismo relativo alla resistenza della batteria alle basse temperature e al tema della sicurezza risulta infondato: l'affidabilità delle batterie non è compromessa anche in queste condizioni di funzionamento ed, infine, le recenti 5 stelle Euro NCAP ottenute da tutta la gamma IONIQ durante i test per la sicurezza, rappresentano un riconoscimento e un attestato vero e proprio di affidabilità.

Mito #2: L’autonomia non è sufficiente e le ricariche sono lunghissime.

Se le vetture ibride possono contare sull’utilizzo del motore a combustione per ricaricare le batterie, con le auto completamente elettriche o con le ibride plug-in è necessario usufruire della rete elettrica, e i tempi di ricarica sono più elevati di quelli necessari per il rifornimento di carburante. Nuove tecnologie di ricarica rapida e batterie sempre più performanti stanno già portando alla soluzione: l’autonomia massima stimata della nuova Hyundai IONIQ Elettrica è di oltre 250 km. Secondo alcune ricerche, gli italiani percorrono in media 30 km al giorno e per la maggior parte su percorsi urbani: viene da sé che un’auto elettrica o ibrida potrebbe rappresentare la soluzione ottimale per la maggior parte degli automobilisti italiani. Inoltre, le tecnologie di ricarica rapida, in forte espansione, permettono oggi di ricaricare l’80% della batteria in solo 30 minuti, neanche il tempo di una pranzo veloce e si è già pronti a ripartire!

Mito #3: Non sono performanti e sacrificano il piacere di guida.

Guida a scatti e poco piacevole: questo è un altro falso mito legato alle vetture ibride ed elettriche, che IONIQ intende assolutamente sfatare! Hyundai IONIQ, in tutte le sue varianti, offre prestazioni notevoli e soprattutto un piacere di guida superiore. Progettata per offrire il massimo comfort e piacere di guida, gode dei vantaggi di un motore elettrico che ha come peculiarità la capacità di erogare il massimo della coppia in qualsiasi momento, non essendo in alcun modo influenzato dai giri motore a cui ci si trova. Questo vuol dire accelerazioni istantanee e sempre molto divertenti. Nelle versioni Hybrid e Plug-In Hybrid inoltre, il motore termico è associato ad un cambio automatico DCT a doppia frizione, che promette il massimo comfort, un’ottima prontezza e un controllo che ha pochi rivali. Non ci credi? Vieni a provarla nei concessionari Hyundai!


« Torna indietro

Sali a bordo di IONIQ!

La redazione
IONIQ ATTITUDE - STYLE

Archivio