Hyundai - CityLife, il progetto green che sta cambiando Milano

CityLife, il progetto green che sta cambiando Milano

RAFFAELE ROMEO ARENA - BuzzNews.it

CityLife è uno degli interventi urbanistici più importanti d’Europa che interessa l’area storica della Fiera di Milano, nel cuore della città meneghina.
Qui si sta operando per riqualificare l’intera zona grazie a un progetto assegnato ad architetti del calibro di Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind, a seguito di un concorso internazionale.

Il progetto di riqualificazione si è basato su concetti molto importanti: la qualità della vita, la creazione di servizi, la sostenibilità. Una volta terminati tutti i lavori, CityLife sarà il secondo “polmone verde” della città, attorno al quale nascono aree residenziali, uffici, negozi, spazi pubblici, un asilo nido e, appunto, le aree verdi.

L’intervento è una rarità a livello mondiale, in quanto i progettisti sono riusciti a far dialogare in maniera apparentemente semplice il costruito con le aree verdi, senza che l’una potesse sopraffare le altre. Come in uno continuo scambio osmotico, nelle residenze progettate da Zaha Hadid in via Senofonte e quelle progettate da Daniel Libeskind in via Spinola, il verde penetra nel costruito mentre il costruito fa parte delle aree verdi. In alcuni punti si percepisce una fusione tra le residenze e l'area green, tanto da creare un insieme fuso in un’unica entità.

Questo aspetto sottolinea la forte attenzione che è stata rivolta alla sostenibilità e alle energie rinnovabili. Se da un lato si è cercato di creare un “habitat” che potesse coesistere con il verde, che è comunque a servizio di tutta la città, nella parte residenziale la progettazione ha puntato alle energie rinnovabili e a sistemi di isolamento di primordine. Ogni residenza è certificata in Classe A, il che significa risparmio energetico, ed è raffrescata e riscaldata da energie rinnovabili: un vero corpo autonomo dal punto di vista energetico.

Per avere un punto di vista più vicino al progetto CityLife, abbiamo parlato con il dott. Giorgio Lazzaro, Direttore Commerciale e Marketing CityLife, al quale abbiamo rivolto alcune specifiche domande sul progetto.

CityLife è uno dei progetti sostenibili più interessanti del panorama italiano degli ultimi anni. Ci parli delle due residenze.

“Stiamo costruendo un progetto che è più di uno spazio diviso tra una parte residenziale e una commerciale, è l’insieme delle due. Stiamo costruendo un vero e proprio quartiere di Milano, occasione più unica che rara. Anche rispetto a Porta Nuova, che sono i nostri compagni di ventura, abbiamo un’area più grande e più estesa.”

Si tratta di un polmone verde per Milano. Il secondo per la precisione. Cosa può aggiungere?

“Questo è il fulcro del nostro progetto, stiamo "investendo" nel verde ancor più che in case e palazzi; quello della sostenibilità e dunque dell’implementazione dello spazio pubblico dedicato al verde è uno dei cardini sul quale si basa il nostro progetto. E’ partito con questa ambizione e con questa ambizione arriverà alla sua fine.”

Come avete mixato Tradizione, Innovazione e Green?

“Al di là dell’avere delle zone di verde, il valore aggiunto è la cura che abbiamo nel valorizzare questi spazi, con piante, aiuole, alberi e quant’altro. Affiancati ad un parco giochi per bambini, un’area cani immensa e al nostro Orto collocato all'ingresso di Via Berengario, dal quale ricaviamo ortaggi e frutti di stagione. Frutta e verdura che poi recapitiamo nelle portinerie delle case per i nostri coinquilini”.

Le Tre Torri saranno un polo Business & Shopping molto importante per Milano. Cosa ci può dire in merito?

“Si aprirà la parte commerciale a fine 2017, ma l’idea generale è quella di non creare un centro commerciale ma di immaginarci delle vere e proprie vie dello shopping. Avendo, di conseguenza, anche una fruibilità dei negozi migliore. Sono tantissimi i commercianti e le tipologie di negozi con i quali stiamo parlando, che andranno a coprire diverse necessità. Senza dimenticare che una struttura del genere “ingolosisce” molto, visto che il quartiere a pieno regime registrerà migliaia di persone.”

Un grande parco verde e la più grande area pedonale di Milano: la sostenibilità è al centro di questo grande progetto. Corretto?

“E’ veramente al centro, nel senso che anche le parti impiantistiche per le residenze, ad esempio, sono state pensate in chiave green: teleriscaldamento, fotovoltaico e quant’altro, una serie di accorgimenti che si traducono in costi di condominio bassissimi. Per un ambiente economicamente furbo ed ecologicamente ben fatto.”

A corredo dell’alto livello di qualità della vita garantita da CityLife troviamo poi la fermata della linea M5 che collegherà la più grande area pedonale di Milano con tutto il tessuto urbano cittadino. Un vero e proprio progetto innovativo a 360°, un ambiente urbano dall’anima green.


« Torna indietro

Sali a bordo di IONIQ!

La redazione
IONIQ ATTITUDE - STYLE

Archivio